Archivio mensile luglio 2018

Quali lavori in casa si possono fare senza permessi?

Molti attendono proprio i mesi estivi per fare lavori in casa; alcuni di questi possono essere effettuati senza bisogno di richiedere un permesso. Un recente decreto dei ministeri di Infrastrutture e Pubblica Amministrazione ha chiarito quali sono le opere libere da autorizzazioni e altre pratiche.

Il decreto delle Infrastrutture del 2 marzo 2018 contiene l’elenco dei primi 58 lavori liberalizzati, in vigore dal 22 aprile scorso. Si tratta di interventi per i quali non servono autorizzazioni. Gli scopi principali del vademecum di 58 voci, che vanno dagli intonaci ai lampioni, dal rinnovamento degli infissi all’installazione dei pannelli solari, sono:

  • mettere ordine nella giungla dei regolamenti comunali e regionali che prevedono autorizzazioni, anche per le tipologie di lavori più semplici e privi di impatto ambientale o urbanistico
  • far risparmiare tempo ai cittadini, facendo evitare loro file e consulenze.

Il decreto presenta dunque l’elenco delle opere che non richiedono un titolo abilitativo: Cil, Cila, Scia o permesso di costruire.

Un elenco di opere libere esisteva già, ma rispetto alla precedente tabella (del 2016) si amplia notevolmente, comprendendo ben 12 categorie di intervento:

  1. Manutenzione ordinaria: interventi edilizi che riguardano opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti
  2. Pompe di calore aria-aria di potenza termica utile nominale inferiore a 12 kW (interventi di installazione)
  3. Depositi di gas di petrolio liquefatti di capacità complessiva non superiore a 13 mc
  4. Eliminazione delle barriere architettoniche: interventi che non comportino la realizzazione di ascensori esterni, e manufatti che alterino la sagoma dell’edificio
  5. Attività di ricerca nel sottosuolo: opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo che abbiano carattere geognostico, ad esclusione di attività di ricerca di idrocarburi, e che siano eseguite in aree esterne al centro edificato
  6. Movimenti di terra: lavori strettamente pertinenti all’esercizio dell’attività agricola e le pratiche agro-silvo pastorali, compresi gli interventi su impianti idraulici agrari
  7. Serre mobili stagionali sprovviste di strutture in muratura, funzionali allo svolgimento dell’attività agricola
  8. Pavimentazione di aree pertinenziali: opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, che siano contenute entro l’indice di permeabilità, ove stabilito dallo strumento urbanistico comunale, compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, locali tombati
  9. Pannelli solari, fotovoltaici a servizio degli edifici da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444
  10. Aree ludiche senza fini di lucro ed elementi di arredo delle aree di pertinenza degli edifici
  11. Manufatti leggeri, anche prefabbricati, e di strutture di qualsiasi genere, quali roulottes, campers, case mobili, imbarcazioni, in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti, previamente autorizzate sotto il profilo urbanistico, edilizio e, ove previsto, paesaggistico, in conformità alle normative regionali di settore
  12. Opere contingenti temporanee dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni.

Vuoi consultare nel dettaglio i lavori che puoi effettuare senza permessi? L’elenco completo delle opere libere è pubblicato in allegato sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 7 aprile 2018: clicca qui per consultarlo.

Tutto questo permette a chi possiede un immobile di proprietà di poter agire in piena autonomia per interventi di ristrutturazione ordinaria, che non vadano ad incidere sulle volumetrie catastalmente deducibili. L’edilizia libera ha consentito l’ammodernamento di vecchi immobili, rendendoli più vivibili per chi li abita ma anche più appetibili per il mercato.

Dunque questo alleggerimento degli obblighi di pratiche da presentare, risulta essere un ulteriore incentivo per la ripresa del mercato.

Continua a seguire il blog dell’Agenzia Pegaso Immobiliare e contattaci per ulteriori informazioni!

Comprare casa: le verifiche preliminari per una compravendita sicura.

Se vuoi acquistare casa ci sono delle verifiche preliminari che è giusto che tu faccia per intraprendere la compravendita nel modo migliore. Ecco quali sono.

Prima di intraprendere un acquisto importante come quello della tua casa, ci sono delle verifiche preliminari che non puoi trascurare per il successo della tua compravendita. Ecco un elenco pratico delle cose da fare:

1.Accertati che l’immobile sia di piena proprietà di chi vende; infatti se ad esempio dai documenti risulta che è stato ereditato o donato, dovrai avere qualche accortezza in più: in futuro potrebbero anche farsi avanti altri eredi pronti a rivendicare la loro parte.

Nello specifico, le circostanze in cui puoi trovarti sono le seguenti:

  • il venditore non è proprietario esclusivo del bene: possono esserci altri comproprietari che non hanno intenzione di vendere
  • il venditore ha ricevuto l’immobile in eredità o gli è stato donato: gli eredi non soddisfatti ai quali spetta una quota di legittima possono impugnare il testamento/donazione e chiedere la restituzione dell’immobile
  • acquistando da una società devi verificare la “solvibilità” del venditore effettuando anche il controllo protesti.

2.Controlla presso l’Agenzia del Territorio che non ci siano trascrizioni, pignoramenti, vincoli, azioni giudiziarie o ipoteche non evidenziate dal venditore che gravano sull’immobile. Basta fornire i dati del venditore e il suo codice fiscale per effettuare le ispezioni ipotecarie.

3.Incarica un tecnico per verificare la regolarità urbanistica e catastale del bene; nel caso in cui emergessero difformità, il venditore dovrà provvedere a sanarle a sue spese prima dell’atto di compravendita.

4.L’immobile fa parte di un condominio? richiedi all’amministratore una copia del regolamento condominiale e domanda se ci sono opere straordinarie già deliberate o preventivate e se il proprietario è in regola con i pagamenti.

Inoltre è importante che tu, in veste di acquirente, conosca sia i tuoi diritti che i tuoi doveri.

Il diritto principale dell’acquirente è quello di ricevere la consegna dell’immobile al momento del contratto di compravendita, nello stato di fatto conosciuto e con tutti gli eventuali accessori pattuiti, libero da persone e da cose.

Inoltre ha diritto di avere tutta la documentazione relativa all’immobile e di ottenere tutte le informazioni utili relative al bene.

Invece tra gli obblighi di chi compra casa c’è quello di pagare il prezzo pattuito al venditore al momento della sottoscrizione del contratto d’acquisto: se in precedenza ha versato una somma a titolo di acconto, ha il dovere di provvedere al saldo. Qualora il venditore non consegnasse l’immobile, è facoltà dell’acquirente non saldare per intero il prezzo di vendita.

Per la tua compravendita a Pisa lascia che sia l’Agenzia Pegaso Immobiliare, nota e stimata sul territorio, a seguirti. In questo modo avrai la certezza di non trascurare alcun aspetto burocratico e avrai a tua disposizione un servizo professionale di alta qualità.

Contattaci o lascia il tuo commento!

A presto con un nuovo post…

3 buoni motivi per mettere in vendita la tua casa in estate.

Estate! tempo di vacanze, mare, viaggi…e compravendite immobiliari! Ecco 3 buoni motivi per approfittare dei mesi estivi per mettere in vendita la tua casa.

Ci troviamo nella stagione più allegra e luminosa dell’anno… Se hai intenzione di vendere la tua casa, perché non approfittare della positività che l’estate diffonde per proporla sul mercato? Forse credi che l’estate sia da dedicare solo alla spensieratezza e che chi è in ferie non desideri mettersi a pensare seriamente ad una decisione tanto importante come quella di cambiare casa..

In realtà non è così.

Questi preziosi mesi dell’anno portano tanta voglia di riposo ma anche di nuovi progetti per il futuro; sono molti coloro che, potendo trascorrere più tempo in casa, capiscono che è arrivato il momento di cambiare qualcosa…

Scopri con Pegaso Immobiliare i 3 motivi che rendono il periodo estivo un valido alleato per chi mette in vendita un immobile.

1.Le ore di sole.

In estate sicuramente è facile scattare le foto giuste per l’annuncio della tua casa in vendita. Infatti le immagini che corredano la tua inserzione devono essere di qualità e luminose: quale miglior periodo per realizzare il tuo servizio fotografico all’immobile in questione?

Si sa che una casa naturalmente ben illuminata attira subito l’occhio dell’acquirente e fa apparire gli spazi più ampi ed accoglienti. A questo proposito poter approfittare delle giornate più lunghe è un altro elemento importante, che consentirà di fissare gli appuntamenti per le visite alla tua casa non necessariamente nelle ore centrali della giornata (cosa consigliabile invece in inverno, per sfruttare le ore di maggiore luce).

2.Gli spazi esterni.

Se la tua casa ha un giardino o un balcone, sicuramente questi spazi all’aria aperta risulteranno più attraenti, anche perché l’acquirente che visita la tua proprietà in una bella giornata estiva farà meno fatica ad immaginarsi a mentre si gode una cena o un momento di relax all’aria aperta, rispetto ad un cliente che viene in visita in pieno inverno.

In estate più che mai gli spazi esterni della casa ne costituiscono il valore aggiunto.

3.La disponibilità tua e degli acquirenti.

Per molte persone il periodo estivo è quello più tranquillo e disimpegnato dal punto di vista lavorativo, perciò tu e i tuoi potenziali acquirenti avete più tempo a disposizione per dedicarvi alla compravendita.

Renditi sempre disponibile e ricorda:

se vuoi cominciare il processo di vendita della tua casa non rimandare a Settembre! Il periodo di svolta è proprio quello estivo, quando ci si rigenera e si organizzano i piani per il futuro… ti conviene giocare d’anticipo!

Se ciò che ti trattiene è il timore di non intraprendere questo percorso nel modo giusto, niente paura! La professionalità che l’Agenzia Pegaso Immobiliare di Pisa potrà offrirti ti aiuterà a realizzare la tua compravendita in totale sicurezza.

Contattaci per una consulenza o lasciaci un tuo commento!

A presto con un nuovo post!

Facebook
Facebook
Instagram