Archivio mensile febbraio 2019

Casa pet friendly: l’abitazione perfetta per il tuo amico a 4 zampe.

In media una famiglia italiana su tre (33%) ospita in casa almeno un animale da compagnia. Gli italiani vivono con sette milioni e mezzo di gatti e sette milioni di cani e i dati registrano una costante crescita del numero di amici a quattro zampe, che si accompagna ad un aumento delle spese per curarli, nutrirli… e anche viziarli.

Gli animali all’interno della famiglia portano gioia, divertimento, tranquillità e sicurezza e, secondo i proprietari, contribuiscono anche a migliorare la qualità della vita e hanno effetti positivi sulla salute psicologica.

Come ricompensare i nostri amici per tutti i benefici che portano in famiglia? Sicuramente offrendo loro la possibilità di abitare in una casa adatta.

Ecco qualche consiglio per avere una casa pet friendly che renda davvero piacevole la vita dei nostri animali tra le mura domestiche.

Lo spazio necessario.

In Italia non esistono norme che indichino requisiti minimi di spazio che il proprietario deve riservare al suo amico peloso, né limiti precisi per il numero di animali domestici che si possono accudire in casa… ma questo non vuol dire di certo che sia possibile ricreare una colonia felina in salotto!

Tutto viene rimandato al buonsenso di chi decide di vivere con animali domestici: ovviamente chi detiene cani di taglia grande o molto grande dovrebbe avere spazi adatti e riservati, ad esempio un bel giardino in cui il suo amico possa sentirsi libero di giocare.

Quando si accoglie un cucciolo di cane, che sembra più un peluche che un essere con precisi bisogni, si deve subito pensare che, qualunque sia la sua taglia, è necessario che in casa siano ricavati degli spazi per lui e che abbia un giaciglio comodo.

È indispensabile un luogo dedicato, dove sono le sue cose: cuccia, ciotole, giochi ecc., in una zona tranquilla dell’abitazione, in cui il cane possa riposare senza essere disturbato. Meglio evitare luoghi particolarmente rumorosi o di passaggio come l’ingresso o la cucina.

Ma, sebbene abbia il suo spazio, il cane diventa a tutti gli effetti un nuovo membro della famiglia, di conseguenza deve conoscere tutti gli ambienti della casa e non può essere tenuto chiuso in una sola stanza.

Per i cani che trascorrono molto tempo in giardino è bene fornire una cuccia in materiale impermeabile e isolante che offra al bisogno anche riparo dal freddo e dalle intemperie.

In casa ci sono le scale? Non rappresentano un problema né per il cane né per il gatto adulto. Invece potrebbero portare a sollecitare troppo le articolazioni di soggetti più anziani e cuccioli.

L’igiene della casa.

Vivere in un ambiente pulito e igienizzato comporta per il tuo animale meno rischi di contrarre malattie. L’igiene della casa, infatti, condiziona anche la salute dell’animale, molto più di quanto si possa pensare.

Un ambiente non curato può diventare favorevole alla proliferazione di parassiti come pulci e zecche. Perciò è fondamentale pulire i pavimenti neutralizzando i germi con detersivi disinfettanti (indicati come “presidi medico-chirurgici”) o con la candeggina, che possono essere utilizzati senza problemi; basterà tenere l’animale a distanza durante le pulizie, fino a quando la stanza non sarà asciutta e ben ventilata.

Inoltre si devono pulire regolarmente le cucce e le lettiere con disinfettanti specifici ed antiparassitari ambientali.

Attenzione agli odori forti e ai deodoranti per la casa: i nostri amici a 4 zampe hanno un senso dell’olfatto molto sviluppato, quindi possono dimostrarsi particolarmente sensibili a odori che invece per noi sono piacevoli. Meglio evitare quelli più intensi, specialmente in prossimità della loro zona di riposo.

Animali in condominio.

La legge 220/2012 del Codice Civile all’art.16 stabilisce che il regolamento condominiale non può vietare di possedere o detenere animali domestici, dunque non possono essere deliberate dagli altri condòmini disposizioni limitanti o che annullano il diritto di tenere animali.

Tuttavia è giusto precisare che tale diritto non è privo di limiti, dato che la possibilità di tenere animali domestici coesiste con la necessità di seguire delle regole di condotta (spesso previste nello stesso regolamento), nel rispetto degli altri abitanti dell’edificio.

Se vivi in condominio, dovrai avere cura di non lasciare libero il tuo animale nelle aree comuni (compreso il cortile condominiale), fare attenzione che non rechi danni a proprietà altrui e che non faccia rumori molesti di notte e di giorno che superino la normale tollerabilità.

Cerchi una casa indipendente in cui poter vivere felice con il tuo amico a 4 zampe? Cerca sul sito dell’Agenzia Pegaso Immobiliare di Pisa la soluzione perfetta per te, magari con un bel giardino in cui potrai giocare e trascorrere del tempo indisturbato col tuo animale.

Contattaci per maggiori informazioni! Ti aspettiamo!

#10YearsChallenge arredamento. Ecco cos’è cambiato nelle nostre case.

Sui social spopola la 10 Years Challenge, la sfida che invita a mettere a confronto una foto di 10 anni fa con uno scatto di oggi. Un semplice giochino per mostrare quanto siamo cambiati nel corso del tempo e che in questo articolo ci divertiamo ad applicare anche alla casa.

Ecco come si sono trasformate le tendenze in fatto di arredamento dal 2009 ad ora.

Se con la memoria facciamo un salto indietro nel tempo e torniamo al 2009, vediamo che i gusti in fatto di arredamento sono un po’ cambiati.

10 anni fa chi sceglieva una nuova cucina si orientava o su una soluzione classica in legno, oppure su modernissime cucine in laminato con ante lucide (in colori anche molto accesi), belle e pratiche da pulire.

Ecco che coloro che hanno osato di più magari ancora oggi si trovano in casa una cucina color prugna, rosa o verde: una scelta vistosa e sicuramente di impatto, forse destinata a stancare un po’ nel tempo…

10 years challenge arredamento

Andava forte l’arredamento bicolore, sia per il living che per le cucine: le tonalità a contrasto davano carattere agli ambienti. L’abbinamento più riuscito? Sicuramente quello chiaro-scuro, tra mobili in legno o laminato chiaro (panna o beige) ed elementi d’arredo wengè o nero.

Le sedie più vendute erano quelle dalle linee più slanciate, con lo schienale alto e la seduta in ecopelle o in tessuto imbottite, in grado di dare un tocco elegante sia alla cucina sia alla sala, dove di solito si sceglieva di inserire un divano abbinato. I colori preferiti? Il nero, il marrone scuro e il bianco, tutti molto versatili e adattabili ad ogni stile.

I primi anni 2000 sono anche quelli del boom dei letti contenitore che, grazie al loro capiente vano sotto alla rete a doghe, permettono di sfruttare al massimo ogni spazio e riporre le cose che nell’armadio proprio non entrano. Una buona risposta al bisogno di spazio, avvertito specialmente nelle case meno generose in quanto a mq a disposizione.

Se sfogliamo un catalogo del 2009 probabilmente a colpirci, oggi come allora, sono le numerose soluzioni di letti con testiera alta imbottita solitamente nelle varianti chiare, bianco e panna, spesso trapuntata e talvolta impreziosita da swarovski, per chi desidera dare un tocco “splendente” alla propria camera.

Anche oggi questo tipo di letto è ricercato, ma la maggior parte di coloro che acquistano l’arredamento per il proprio nido sembra preferire soluzioni sempre più minimal.

Così ci si orienta su letti con testiera più bassa (a volte quasi inesistente) e mobili dalle linee essenziali.

Ogni ambiente della casa deve essere accogliente e minimale evitando il superfluo, così come insegna uno stile molto amato in questi ultimi tempi: quello nordico, in cui regnano luce, praticità e forme geometriche.

Divani morbidi e comodi hanno cambiato colore, passando al grigio come tonalità più scelta degli ultimi mesi.

Oltre al grigio, i colori neutri come il tortora, il beige, il ghiaccio, il cipria, vengono usati per creare ambienti eleganti e luminosi senza correre il rischio di commettere errori di stile: queste tonalità intramontabili sono il punto di partenza per realizzare abbinamenti cromatici di grande effetto e offrono molti spunti creativi.

10 years challenge arredamento

In cucina tornano le ante bianche e il color legno in tutte le sue varianti: il tocco di colore che nel 2009 era l’arredamento a conferire, adesso spetta ai complementi d’arredo o alle pareti darlo. Infatti anche in questa zona della casa si predilige la semplicità.

Il vero cambiamento avvenuto nelle nostre case però non sta nei colori o nella forma dei mobili, quanto nell’importanza che la tecnologia ha assunto tra le mura domestiche.

Secondo recenti sondaggi, la maggior parte degli italiani sogna una casa sempre più smart. I nuovi sistemi di automazione domestica, siano essi applicazioni per il controllo da remoto o il funzionamento coordinato di più dispositivi elettronici, rispondono in modo soddisfacente alle esigenze di comfort, risparmio energetico e praticità e coinvolgono praticamente ogni aspetto della cura della casa.

Infatti questa evoluzione tecnologica non riguarda solo l’impianto di sicurezza o quello termico; per capirlo basta pensare agli elettrodomestici della cucina: dal piano cottura ad induzione al forno, tutto è touch screen e molti apparecchi permettono di impostare “scenari” personalizzati, controllabili a distanza.

In 10 anni la tecnologia ha fatto molti passi avanti ed oggi è più accessibile acquistare un elettrodomestico smart di ultima generazione.

Di quali trasformazioni sarà protagonista la casa nei prossimi 10 anni? Continua a seguire il blog dell’Agenzia Pegaso Immobiliare per saperlo: siamo qui proprio per raccontare tutte le novità!

E se stai cercando dei professionisti validi che ti aiutino nel tuo percorso di compravendita o locazione di un immobile a Pisa, contattaci! Saremo felici di offrirti il nostro supporto.

A presto con un nuovo articolo.

 

Compri casa? Con l’agente immobiliare anche la tua mente è più pronta!

Come funziona il nostro cervello quando si decide di comprare casa? In che modo si può essere certi di scegliere l’immobile giusto? Ecco perché seguire i consigli dell’agente immobiliare aiuta anche la mente.

Comprare un immobile prevede delle procedure delicate, che richiedono attenzione e competenze specifiche. Le agenzie immobiliari possono rivelarsi un valido aiuto per evitare di imbattersi in spiacevoli inconvenienti, ma anche un sostegno indispensabile nel trovare la casa più adatta alle proprie esigenze.

Per evitare scelte azzardate i consigli di un professionista immobiliare sono più preziosi di quanto tu possa immaginare…

Ogni giorno la nostra mente si trova ad elaborare problemi, trasformandoli rapidamente in soluzioni; non ce ne accorgiamo, ma il nostro cervello prende decisioni continuamente, elaborando informazioni per trasformarle in una varietà di soluzioni. Per farlo, percepisce e agisce in molti modi diversi a seconda del contesto, affronta situazioni nuove e cambia punto di vista.

Gli psicologi chiamano “Construal Level Theory” un’interessante teoria che descrive il modo in cui il nostro cervello pensa a cose, decisioni e problemi in relazione alla loro distanza.

La nostra mente infatti è programmata per elaborare e risolvere problemi immediati e quando prendiamo decisioni quotidiane che hanno a che fare con azioni a breve termine è più accurata rispetto a quando riflettiamo su azioni a lungo termine.

Ne consegue che più un progetto è pianificato lontano nel tempo, più siamo superficiali e facciamo fatica ad affrontare la questione in modo concreto.

Buona parte degli errori che si possono commettere nell’acquisto di una casa derivano proprio da questo nostro modo di pensare “vago” rispetto ai progetti a lungo termine e dal fatto che la mente non è in grado di vedere tutte le difficoltà possibili fino a quando non ci saremo davvero calati nel nuovo contesto. Ma allora sarà troppo tardi…

Ecco che una volta acquistato l’immobile, ci si trova a fare i conti con spazi che ricordavamo essere diversi, spese non preventivate (che però si sarebbero potute prevedere con un po’ di attenzione in più o un sopralluogo con un esperto), un quartiere più rumoroso di quanto ci aspettavamo…

Ma il modo per prevenire un possibile pentimento futuro c’è. Per essere sicuro di scegliere la casa giusta cerca di ridurre mentalmente la distanza che ti separa dalla vita che potresti avere in un immobile e immaginati in quel contesto.

Non devi tralasciare nessun aspetto e, se una casa ti fa innamorare da subito, non limitarti ad una sola visita prima di fare la tua proposta d’acquisto, ma torna a vederla più volte, magari in vari momenti della giornata in modo da verificare la sua esposizione rispetto al sole e capire se la zona è generalmente tranquilla.

Come può essere utile l’agente immobiliare in tutto questo? Il suo supporto è indispensabile per dare sicurezza alla tua scelta e un aspetto reale alla tua decisione.

L’agente immobiliare grazie alla sua esperienza sa quali possono essere le potenzialità o il tallone di Achille di un immobile; conoscendo le tue esigenze specifiche li metterà in luce, in modo che tu non ti invaghisca dell’immobile sbagliato, che non rispecchia quello che stai cercando.

Avvalendosi di una rete di collaboratori esterni, ti metterà in contatto con un architetto, un geometra e vari professionisti che potranno offrirti una consulenza per darti un’idea chiara dei possibili lavori che potresti (o dovresti) fare su un immobile, così che tu possa conoscere da subito le spese reali alle quali andrai incontro scegliendolo.

Ciò di cui hai bisogno è l’aiuto di chi non solo non è emotivamente coinvolto quanto te nella ricerca della nuova casa, ma ti offre un punto di vista professionale aiutandoti a definire in modo razionale ciò che è meglio per te. E in questo la figura più indicata è proprio quella agente immobiliare.

Stai cercando un professionista che meriti davvero la tua fiducia per il tuo acquisto immobiliare nella zona di Pisa e provincia? Contatta subito l’Agenzia Pegaso Immobiliare  e vieni a scoprire tutti i nostri servizi!

Siamo pronti per intraprendere con te questa avventura!

 

Facebook
Facebook
Instagram